logo Subsonica
SUBSONICA 10/06/19 14:41

8 TOUR ESTATE 2019

28.06 Verona, Rookazoo Music Festival
29.06 Legnano (MI), Rugby Sound
05.07 Padova, Sherwood Festival
09.07 Bologna, Bologna Sonic Park
11.07 Nichelino (TO), Stupinigi Sonic Park c/o Palazzina di Caccia di Stupinigi
12.07 Tortona (AL), Arena Derthona
17.07 Roma, Rock In Roma c/o Ippodromo Capannelle
18.07 Napoli, Noisy Naples Fest
21.07 Olbia, Olbia Tattoo Show c/o Molo Brin
23.07 Assisi, Universo Assisi c/o Lyric Summer Arena
26.07 San Severo (FG), Alibi Festival
28.07 Taormina (ME), Teatro Antico
02.08 Castellano (TN), Castlefolk
08.08 Terracina (LT), Anxur Festival - Arena il Molo
09.08 S. Benedetto del Tronto (AP), Porto
10.08 Loano (SV), Piazza Italia
13.08 Guardiagrele (CH), “Notte bianca” c/o Largo Garibaldi
14.08 Melpignano (LE), Largo Ex Convento Degli Agostiniani
23.08 Brescia, Onda D’Urto Festival
02.09 Prato, Piazza Duomo
06.09 Mondovì (CN), Wake Up Festival


SUBSONICA 07/03/19 09:04

Merchandise

Ti è sfuggito il merchandise ufficiale del tour? Ora è online qui Mosquito


SUBSONICA 10/01/19 11:55

8 tour


09/2 Ancona, PalaPrometeo
11/2 Bologna, Unipol Arena
12/2 Padova, Kioene Arena
14/2 Torino, Pala Alpitour
15/2 Torino, Pala Alpitour
16/2 Genova, Rds Stadium
18/2 Milano, Mediolanum Forum
19/2 Milano, Mediolanum Forum
21/2 Roma, Palalottomatica
23/2 Firenze, Mandela Forum

Acquista i biglietti per i concerti


SUBSONICA 31/12/18 16:56

Messaggio presidenziale 2019

Cari terrestri rieccoci a prepararci per un nuovo giro intorno al sole. Il 2018 ci ha portato “8” e non era scontato perché, diciamocelo, più di 20 anni di vita con la stessa formazione sono rari nella musica. Ogni album è l’esatta fotografia di un preciso momento collettivo, di slanci e contro bilanciamenti, di flusso generativo, amicizia e tensioni frenanti. Nel pensare a queste cose torna in mente “Creep” dei Radiohead: brano di Thom Yorke che al Jonny Greenwood chitarrista proprio non andava giù. E al momento di registrare la sua parte, quasi non riuscendo a trattenere uno slancio distruttivo, produsse quel disturbante suono di “mitraglia”che finì per donare al brano uno degli interventi sonori più celebri della musica rock.
I confronti creano scenari inaspettati. In ogni caso rappresentano la “vita” che un album deve saper catturare.
E, alla fine, eccoci di nuovo qui sul palco.Insieme a voi.
Per arrivare più compatti all’appuntamento di febbraio -quando i Palazzetti saranno pieni delle vostre braccia, voci, risate e lacrime che ogni concerto che si rispetti deve essere in grado di produrre- ci siamo preriscaldati in giro per l’Europa. Abbiamo suonato in 9 città per due intense settimane. Viaggiando leggeri, senza le scenografie stupefacenti che vedrete a febbraio (e vedrete che roba!), con la percezione che l’Europa sia alla fine, un bellissima casa. Che aspetta solo di essere abitata da noi, in fondo, europei. Europei come i ragazzi che stavano sotto quei palchi, dopo avere scelto nella vita di attraversare confini che nessuno di noi vorrebbe rivedere di nuovo.
Ed è questo l’augurio che vi rivolgo per questo 2019. Che per voi i confini non siano altro che un perimetro in grado di differenziarvi dal resto del mondo. E chiudendo con una frase degna di una concorrente di Miss Italia da fondo classifica: che la musica vi aiuti sempre a spostarli più in là, quei confini. Se poi sarà la nostra, meglio ancora.
Vi abbraccio impartendovi la benedizione del groove con una bacchetta di Ninja, nel sacro mistero del doppio microfono e della molla eterna, nei secoli fedeli alle basse frequenze, Amen.
Il vostro Max presidente che sempre vi porta nel cuore.


SUBSONICA 13/11/18 11:27

8


Cari terrestri, in questi anni, come sapete, abbiamo fatto altro.
Pianeti molto diversi, talvolta molto distanti.

Poi siamo tornati a casa.
Un rientro in atmosfera, per quanto atteso, può provocare anche attrito e fiamme. Non ce le siamo fatte mancare. Del resto ognuno di noi aveva maturato una propria idea di che forma dare all’ottavo capitolo. Ci sono stati tanti momenti esaltanti e anche momenti scuri, e tutte queste cose sono finite in un album denso di vita, la nostra. Che speriamo da oggi diventi vostra.
Perché da oggi “8” smette di essere un album di cinque musicisti. Perché la musica appartiene di più a chi la vive, a chi la ascolta, a chi ne ha bisogno. A chi assiste, talvolta inerme, alla collisone tra una canzone e un proprio episodio di vita. Torneremo ad essere comproprietari al 50% delle canzoni di “8” durante i concerti, quando faremo vivere le sue canzoni insieme a voi. In quella esperienza di condivisione collettiva, che tanto ci è mancata in questi anni.

“8” incomincia, quasi provocatoriamente, da quegli anni 90 dove tutto ha avuto inizio.
Scommettendo sulla loro attualità.
Per poi proiettarsi traccia dopo traccia, progressivamente verso il futuro.
Con parole che guardano il presente di questi “anni senza titolo” dritto negli occhi.

L’album è stato scritto e registrato a Torino (gennaio/giugno 2018), nel borgo Vanchiglia, tra le pareti di quello Studio Andromeda che ha sostituito la storica Casa Sonica.
E’ stato prodotto dalla band, sotto la supervisione di Max, che ne ha anche curato la registrazione.

Il mixaggio, realizzato a Londra, è stato affidato a Marta Salogni: giovanissima engineer e producer italiana, trasferita in Inghilterra da 10 anni.
Marta ha recentemente firmato il mix dell’ultimo album di Björk.

Per l’unico featuring (“L’incubo”) è stato coinvolto il rapper torinese Willie Peyote, volto nuovo della scena cittadina già amatissimo in tutta Italia. E da noi molto stimato.

L’artwork è stato affidato a Marino Capitanio graphic designer, poco più che trentenne, attualmente attivo ad Amsterdam, incaricato di dare all’immagine dell’album quel tocco di italianità contemporanea, capace di stare nel mondo.

Se siete diventati più che curiosi, ecco una descrizione dell’album traccia per traccia


Privacy - Copyright ©2019 Subsonica.it