logo Subsonica
Risultati per '8-2005'
SUBSONICA 13/08/05

Concerto a Lignano - 2200 persone

Concerto a Lignano - 2200 persone

breve sosta Torinese, appena utile per un ricambio di bagaglio e si riparte.

Samuel, Boosta e Max, con Ivan alla guida in camper (la sera precedente), ninja e vicio il giorno successivo in treno. Quello che l'esperienza ci suggerisce è di evitare di trovarsi a camminare a passo di formica il sabato che precede ferragosto in zona Mestre.

Si parte per Lignano Sabbied'oro, anche se la sabbia qui non l'abbiamo praticamente mai vista.

In viaggio sul camper ultimamente il livello dei dvd è salito. Michelle Gaundry con "Human Nature", "Traffic" di Soderberg e ora rivisitiamo Tarantino. Non siamo ancora al cineclub vero e proprio ma stiamo forzando un minimo di conversione ai puristi dell'enterteinmen. "Le jene", "Dal tramonto all'alba" inframmezzati da un paio di documentari-dvd acquistati da Boosta e Max all'autogrill. Il primo sulla mistica dei nazisti e il secondo sulle arti marziali.

Il quartetto avanguardia si ferma a dormire a Mestre. Il mattino successivo nella hall dell'albergo incontreremo Daniele Silvestri in compagnia di alcuni suoi musicisti. Ha fatto un concerto acustico in zona. Con loro viaggia anche una vecchia conoscenza Lello. Detto super-Lello, all'anagrafe non sappiamo, ma riconosciamo in lui un' autorità massima nell'olimpo del perditempismo- teatral-musical-artistico della città eterna. Attore, principalmente e personaggio travolgente.

Quindi colazione che mette di buon umore, con Max e Daniele che confabulano di progetti e festival musicali vari Lello e Boosta che si distruggono le spalle a pacche. Salutiamo gli amici e ripartiamo con l'ultima parte del dvd sulle arti marziali. Max e Boosta esaltati promettono di iscriversi a Kendo a Settembre, Samuel li guarda perplesso e torna a dormire in cuccetta.

La realtà è che siamo tutti stanchi morti e stasera ci toccherà pure salire dopo il rullo compressore dei Linea 77.

Incontriamo i fratelli di Venaria nella bella arena di Lignano, salutiamo Gabriele del new age, uno degli organizzatori. In questo lavoro c'è un sacco di gente che appare stressata, che sembra che stia sollevando il mondo tra sfrozi indicibili e che combina una gran quantità di casini. Lui invece da buon nord-estino sembra appartenere alla categoria di chi svolge il proprio senza rumore con grande efficienza senza negarsi il tempo per sorridere e apparire divertito dal proprio lavoro. Con i linea è già festa prima di incominciare. Partono loro, con quel modo di fare che sembrano tutti lì sul palco per caso a cazzeggiare ma che appena staccano quattro tirano giù l'apocalisse. Questo particolare, che un po' riconosciamo come partre del mood torinese, fa sorridere. Soprattutto se paragonato alle pose messe in atto da un bel po' di atteggiati che dei linea non hanno un decimo della potenza.
Su "diabolus in musica" salgono Samuel, Vicio al basso e Ninja a doppiare tutta la batteria con Tozzo. Purtroppo Boosta (senza la tastiera necessaria) e Max senza sufficiente spazio sul mixer per l'ampli, rimangono fuori. Il brano anche senza i contrappunti del primo e il solo del secondo sembra non risentire e la platea s'infiamma. I Linea scendono tra gli applausi.

Tocca a noi, e di certo stasera non cercheremo il confronto sul terreno dell'adrenalina, sfida già di per se non facile con i cinque che sul palco sembrano 77, anche perché la forma in questa fase del tour prossimo alla pausa, non lo consente. Punteremo decisamente sul groove cercando di fare crescere nell'arco delle due ore la tensione. E sarà cosa saggia. il pubblico assaporerà rispondendo con molto calore, l'anfiteatro molto meno dispersivo di una piazza o di un campo sportivo accentuerà l'atmosfera. Noi non ci risparmieremo per nulla. C'è una bella complicità sul palco, e quando le tastiere sull'intro di Nuvole Rapide smetteranno completamente di funzionare, la scioltezza e il relax sopperiranno alla piccola pausa tecnica necessaria per risistemare la situazione tecnica. Finiremo tra le braccia dl pubblico lanciandoci oltre le transenne. Al termine di preso blu e del suo" giorno di pioggia uh uh", ovviamente verrà giù il classico temporale da far smadonnare i tecnici. Ringraziamo come sempre la groova che solitamente preserva lo spazio del concerto, i suoi musicisti e i terrestri spettatori.


porto san giorgio 12/08/05 13:35

ultime risposte

a Porto san giorgio la data era gestita da due pomoter. A quanto ci risulta per questioni di debiti precedenti, l'uno ha applicato una sorta di ricatto all'altro minacciando di non fornire servizi indispensabili alla realizzazione della data. Che ora le persone messe di fronte alle proprie responsabilità spurghino coglionate cercando di attribuire (addirittura a noi che in dieci anni avremo si e no annullato due concerti per mancanza di condizioni sufficienti) ad altri le colpe proprie non sorprende. Stupisce invece che qualcuno ci caschi.
Il concerto ha bisogno di almeno diciotto ore di lavoro compresi montaggio e smontaggio, non si improvvisa all'ultimo momento una location. Non si monta su un palco che non sia quello che ci portiamo appresso, perchè la scenografia , gli schermi motorizzati, le impalcature delle luci, la copertura che consente di suonare anche in caso di pioggia (senza la quale tutte le attrezzature sarebbero esposte a rischi), la sospensione delle casse audio e tutte le condizioni di sicurezza, andrebbero a farsi fottere. Porto San Giorgio non è terzo mondo quindi non si comprende perchè dopo aver suonato anche nell'ultima provincia sperduta d'Italia senza incontrare problemi, sarebbe stato in quel caso necessario trasferire all'ultimo momento (cosa che apprendiamo peraltro solo ora) in una situazione non adatta il concerto. La questione delle prevendite basse, che peraltro non ci risulta nemmeno è una minchiata che non sta in piedi, e comunque in alcun modo (date le ns condizioni contrattuiali) potrebbe mettre a repentaglio un concerto. Chi ha le responsabilità eviti di dare fiato alle cazzate, e chi ha un po' di cervello eviti di farsi prendere per il culo. Per favore.


subsonica 11/08/05 15:29

porto san giorgio- rimini-

dal  Il Quotidiano.it della provincia di Ascoli Piceno – 10 Agosto 2000

PORTO SAN GIORGIO - L'Amministrazione Comunale tiene a precisare che si rifarà sulla società organizzatrice dell'evento per il danno economico e d'immagine.
 L’Amministrazione comunale ha dovuto con rammarico prendere atto che la società organizzatrice del concerto del gruppo dei Subsonica, previsto per questa sera, mercoledì 10 allo stadio comunale, ha annullato l’evento per ragioni non ben precisate.
Ci scusiamo per i disagi che si verificheranno, disagi che comunque non dipendono in alcun modo dall’Amministrazione comunale che anzi si era adoperata per la migliore riuscita della manifestazione e che si tutelerà nelle sedi opportune per il danno economico e d’immagine subito
--------------------------------------------------------------------------------------------------------
in altre parole i litigiosi promoter locali se la vedranno anche con il comune ed è giusto giusto il minimo.
Per quanto riguarda invece l'eventualità di convertire i biglietti sulla data di Rimini o su qualsiasi altra, non risulta possibile.
Il rimborso va richiesto nelle sedi di prevendit
Per quanto riguarda invece la data di Rimini non ci sono problemi di capienza in quanto la piazza può contenere fino a diecimila persone.
questo invece, il nostro comunicato che invieremo alle testate locali "in questo momento stiamo toccando con mano, attraverso innumerevoli messaggi sul sito e sulle mail individuali, la delusione e la rabbia di moltissimi ragazzi che attendevano da tempo il concerto di Porto san Giorgio. Alcune di queste persone avevano anche deciso di affrontare viaggi di oltre trecento chilometri, chi in auto, chi addirittura in treno. Per tutto ciò non esiste risarcimento che non suoni come una beffa. Non serve e non basta spiegare che il gruppo non ha alcuna responsabilità sull'inqualificabile comportamento degli organizzatori locali, che hanno giudicato le proprie beghe ben più importanti del rispetto che si dovrebbe portare agli appassionati di musica. Oltre al danno resta indelebile la delusione. Quella dei ragazzi quanto la nostra." Subsonica.


SUBSONICA 11/08/05 15:26

prevendite rimini

purtroppo, per motivi legati alle prevendite, i biglietti acquistati per porto san giorgio non potranno essere utilizzati per rimini. non rimane che farseli rimborsare dove sono stati acquistati. ci dispiace. per rimini invece ci comunicano che lo spazio che ospiterà il concerto è molto grande quindi il biglietto può serenamente essere acquistato sul posto la sera stessa.


subsonica 11/08/05 00:49

sul concerto annullato

il messaggio di questa mattina lo abbiamo scritto dalla reception dell'hotel in Molise appena saputo dell'annullamento della data per riuscire ad avvfsare quante più gente possibile. Siamo piuttosto incazzati poichè abbiamo successivamente scoperto che l'annullamento è stato provocato semplicemente al litigio tra i due promoter locali, organizzatori dell'evento. Un motivo che di certo non vale la delusione, il tempo e le spese di viaggio di quanti questa sera si sono messi in marcia anche da molto lontano. Siamo dispiaciuti, davvero molto dispiaciuti. Abbiamo viaggiato tutto il giorno e solo ora da Torino abbiamo potuto riprendere le comunicazioni.


Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it