logo Subsonica
Risultati per '7-2003'
c-max about Rumore 12/07/03 00:47

il disco italiano che lo preferisco

MAX CASACCI [Subsonica]
Non so quanto possa considerarsi un parere obiettivo, ma di certo la vitalità della musica italiana dei primi anni 90 per quanto mi riguarda costituisce un valore di riferimento solido. E pensando a Sanacore degli Almamegretta mi viene in mente un disco perfettamente italiano, seppur in sintonia con i linguaggi che in quegli anni stanno destabilizzando in tutto il mondo le sclerotizzate geografie del suono. Il napoletano, come il più internazionale dei linguaggi italiani, il dub come il codice sonoro più praticato presso le province dell'impero. Sanacore riesce a sintetizzare perfettamente tutte le sue legittime ispirazioni mediterranee senza mai fare pensare alla muffa delle diciture: "etnica", "folk" o la tanto in voga (all'epoca) "world music". Ascoltato in tempo reale mille volte con i vapori dell'asfalto delle strade del sud come percezione olfattiva e le forme, i colori e i dissesti del caso come orizzonte visivo, ho sempre trovato in questo disco una quadratura affascinante. La sintonia con il suono internazionale che però non paga nessun tributo specifico, l'astrazione di un sound rarefatto che fa da contrappeso alle modulazioni passionali di una vocalità antica. L'intervento del guru di turno, Adrian Sherwood, arricchisce senza spersonalizzare il carattere del disco che non si fa diluire in uno sfocato tentativo di internazionalizzazione. esattamente quello che invece arenerà alcuni lavori successivi, e non soltanto degli Alma. In passato alcuni fondamentali dischi italiani erano riusciti a sintonizzarsi senza sfalsamento di "fuso orario" con ciò che succedeva fuori da tutti i confini. Ma lo avevano fatto o con eccesiva riverenza nei confronti dei dogmi di turno, oppure con un metabolismo ribella prettamente cerebrale. Sanacore al contrario unisce una fluida vocazione sincera e appassionata a un lucido rigore stilistico. Alcune imperfezioni me lo rendono ancora più familiare.


p.s. un ringraziamento alla dattilografa btb


SUBSONICA 12/07/03

Che ci sono venuto a ..

Che ci sono venuto a fare a Città di Castello oltre che a fuggire la calura estiva, stare in compagnia di amici oramai consolidati, dormire sotto un soffitto del quattrocento e mangiare ottima ed economica cucina Umbra? I mixaggi del DVD realizzato dal concerto invernale al Filaforum di Assago.
Le immagini dell'evento riprese con dodici telecamere che saettano tra il palco e i dodicimila e fischia spettatori sono davvero impressionanti. Si tratta ora di far rendere al meglio anche la parte audio. Il DVD offre una possibilità in questo campo molto interessante. Il suono in 5.1. Alcuni avranno già avuto modo di sistemarsi in casa un impiantino con 5 casse e un subwoofer, il cosiddetto home teathre. La naturale evoluzione del dolby digitale che passa dal cinema allo spazio domestico. Ora, io sono piuttosto convinto che gran parte del tripudio di tecnologia che oramai addobba il nostro spazio quotidiano sia piuttosto superfluo. Ci fosse una consultazione planetaria per abolire oltre alla schiavitù dei cellulari, molti comfort digital- telematici più gadget di sorta e ottenere in cambio una più quieta ecologica e pulita qualità dell'esistenza sarei il primo cittadino presente al seggio. Dopo di che, in apparente contraddizione con quanto appena affermato, sono il primo ad adeguarmi alle necessità relazionali e lavorative, avendo scelto di vivere nel mondo e non in isolamento arcadico-agreste-agituristico-agrirurale, che chissà che prima o poi invece non. Non cambio un cellulare nemmeno morto, almeno fino a quando è in grado di esalare l'ultimo squillo, ma è ovvio che la passione per il suono oltre che per la musica, nel momento in cui mi trovo ad avere la possibilità di posizionare strumenti e frequenze non solo secondo il criterio sinistra-destra, ma anche davanti, dietro in centro dietro la testa, con possibilità di movimenti spaziali (orizzontali) praticamente illimitati, mi fa gasare un bel po'. E quindi grazie a questa nuova variante sul tema "rape e inlusioni" sopporterò meglio il rifacimento del mixaggio di brani già trattati innumerevoli volte.
In realtà alcune esecuzioni sono piuttosto differenti così come la scelta dei brani e l'utilizzo dei microfoni in sala. Marco Capaccioni ha allestito il suo piccolo studio con cinque casse più il diffusore di basse frequenze e da due anni segue l'evoluzione di questa tecnica di mixaggio in alcuni studi londinesi. Per lo spettatore-ascoltatore in possesso del sistema 5.1 ci sarà innanzi tutto la percezione di trovarsi immerso nel pubblico, con voci e applausi distribuiti nello spazio sonoro. In più ovviamente essendo noialtri degli esuberanti, le possibilità del sistema verranno sfruttate ben oltre il cauto standard dei live nazionali. A costo di sbracare, faremo correre strumenti ed effetti sul tutto il piano sonoro orizzontale a disposizione. In realtà un'attenzione ben precisa la riservo personalmente alla pertinenza dei movimenti spaziali in relazione all'immaginario del brano. Ogni tanto ascoltando i dialoghi tra me e Marco si può avere l'impressione di trovarsi in compagnia di consumatori intensivi di lsd: "Marco io sull'eco dell'sm57 di Samuel ci voglio vedere le nuvole rapide, non uno slalom impazzito, le vorrei vedere passare qui sopra da davanti a dietro, fluide fluide". E cose del genere, il tutto per un paio di settimane. Che sturia!

Max


SUBSONICA 11/07/03 15:21

FIESTA LISBORNICA DI FINE MIXAGGIO


Non ve la consigliamo però ve la segnaliamo: martedì 15 corrente mese ora Y

Luogo (la sede sociale dell'atletico lisbornia) ristorante medicano " Don Pedro ", via 20 settembre n.1 . Città di castello (Pg).

Cibo mex ! (se volete un tavolo chiedetelo a Simon 340 6164782/ 075 8523167) 

Una TEQUILA A GANCIO a chiunque si presenti con la foto del bandito Sifoni! (atleta di punta, vero cavallo di razza dell'atletico Lisbornia)

Selezioni musicali approssimative e posticce di d.j. Fresco

Presenti oltre agli atleti e allo staff dirigenziale della società, i vippi: C-Max, Veronica, un'amica di veronika che viene da los angeles (che fa sempre il suo effetto) il boosta che dice che sì ma chissà se poi arriva davvero, Marco Capaccioni& Alberto Brizzi, un noto artista hip hop locale e chiunque voglia raggiungere il posto riuscendo in seguito a trovare la strada del ritorno!!!!!!




subs 10/07/03 22:24

segnala


Comune diCuneo - Zabum Uno - Associazione Culturale Nuvolari presentano:

Festival "Cuneo città di Pace e di Cultura" I edizione

sabato 26 luglio 2003
piazza galimberti – Cuneo

PATTI SMITH + MARLENE KUNTZ + CRISTINA DONA'

per info www.nuvolariweb.com


 

 

 

 


avvistamenti 10/07/03 19:17

s.m.s. da Madasky a ..

s.m.s. da Madasky a Subsonica "VOGLIO UN'ENOTECA LABIRINTO!"


Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it