logo Subsonica
Risultati per '6-2011'
SUBSONICA 27/06/11 18:13

Concerto a Genova (18-06-2011)

Concerto a Genova - 25.000 persone

Facebook: diario fotografico

SUBSONICA 27/06/11 17:36

maciunas

ben volentieri riportiamo un po' di info sulla band di Luca Pastore (regista di La Funzione, ....)

MACIUNAS - Quello che ci manca from legovideo on Vimeo.

I MACIUNAS sono vecchie volpi dell'underground artistico/musicale italiano:


- GIORGIO CICCARELLI è il chitarrista degli AFTERHOURS e cantante/chitarrista dei Sux!
- LUCA PASTORE è il bassista/chitarrista dei FLUXUS e affermato filmaker (9 i videoclip ideati e diretti da lui per i Subsonica e innumerevoli le realizzazioni nel campo della videoart);
- ROBERTO RABELLINO è il batterista dei FLUXUS.
FILE UNDER: PSYCHEDELIC SOUL
Consci del fatto che la discografia sta inesorabilmente morendo e facendo propria la filosofia artistica del movimento Fluxus (fondato appunto da George Maciunas) che cercava di abolire i confini fra le varie discipline artistiche, i MACIUNAS sfornano quello che non si può considerare solo il loro primo disco.

"Esplodere nel sonno" è infatti un'opera prima sui generis, nuova e ambiziosa: una commistione tra artevisiva, musica viva (registrata in diretta) e parole, dove l'una è legata direttamente alle altre e viceversa.
Un'operazione unica in Italia, un tentativo di offrire un nuovo tipo di prodotto musicale, difatti questo, oltre ad essere il primo disco dei MACIUNAS, è anche un film nel quale si dispiegano otto videoclip (uno per ogni pezzo), nonché il documento sonoro della sua realizzazione. Gli strumenti infatti, sono stati registrati rigorosamente in diretta, in un unico pomeriggio, senza successivi aggiustamenti o abbellimenti, questo per dare, in concorso con le immagini ed i testi, una fotografia precisa di quello che sono e propongono i MACIUNAS. Musicalmente "Esplodere nel sonno" è puro blues psichedelico/cantautorale, visionario, violento ed intenso con testi crudi e allucinati, il tutto immerso in una tazza di post-punk bollente anni '80. La formazione agile e scarna vede Giorgio Ciccarelli alla voce e alla chitarra 1, Luca Pastore alla chitarra 2 (che monta solo 4 corde su 6 ed è "splittatta" in due amplificatori) e Roberto Rabellino alla batteria, che dopo il divorzio dal basso, è ora libero di picchiare dove, come e quanto vuole. A parte i collaboratori coinvolti a vario titolo nell'operazione, i MACIUNAS sono gli unici responsabili artistici di tutto quello che si sente, si vede e si tocca nel DVD: una totale AUTOPRODUZIONE a tutti i livelli, per consentire un controllo assoluto su tutto il percorso creativo del progetto e per permettere di avere un prezzo al pubblico assolutamente popolare.


SUBSONICA 23/06/11 11:46

stasera aosta from turin?

Il costo del biglietto è 10 euro (li trovate in loco), il concerto è allo stadio, la distanza è un'oretta di brum brum e domani a Torino è festa. Ora lo sapevandovelo.


SUBSONICA 20/06/11 12:29

subsonica live torino

Dunque come ormai saprete è ufficiale la nostra partecipazione agli Mtv days il 2 luglio in piazza Castello. Saliremo sul palco dopo Ministri Planet Funk e Daniele Silvestri e l'accesso sarà gratuito. Tuttavia sarà un set 50 minuti circa. Per chi non ha paura di viaggiare suggeriamo pertanto la data di Aosta giovedì 23 giugno, allo Stadio Mario Puchoz (1 h circa di aria fresca da To). Considerando che il giorno dopo è festa di San Giovanni... insomma sapevatelo.


Michele4 18/06/11 13:11

Perché in molti si può fare qualcosa

Cari tutti,
ringrazio gli amici Sonici per lo spazio che mi concedono qui in Rapide.

Quella che vi riporto è una storia triste. Molto triste. Di una donna che è stata vittima di usura. ha avuto il coraggio di denunciare. E' stata stuprata da tre uomini, picchiata e minacciata di morte. In seguito a questo ha fondato l'associazione nazionale delle vittime dell'usura spingendo chi ne era vittima a fare come lei: denunciare.

La situazione in cui si trova ora qualifica questo paese come indegno di avere tra i suoi cittadini persone come Franca. Perché è facile morire di racket ma si muore anche di Antiracket che le vittime le dovrebbe tutelare.

Invece siamo all'ennesimo caso che dove girano soldi che sarebbero destinate alle vittime si aggirano squali pronti a tutto compreso il fatto di non riconoscere gli indennizzi ad una come Franca begli anni diventata invalida al 70%.

Ieri mi ha chiamato. La conobbi in occasione del No usura day a Roma e ho scoperto una persona che è stata svuotata di tutto. Diceva io sono un vegetale. Vegeto. Non vivo. Ma la mia esperienza la racconterò finché posso.

Ora non ce la fa più. Per protesta contro questo sistema corrotto ha deciso di smettere gradualmente di mangiare, di bere e di prendere i farmaci che la tengono in vita.

"Sono stanca Michele. E se questo serve per dare una lezione su come sono trattate le vittime dello Stato allora forse la mia morte servirà a qualcosa".

Parole che ti fanno sentire inerme e ti fanno arrossire la coscienza perché forse nel mio piccolo potevo fare di più.

Ora forse qualcosa si può fare.
Far circolare questa notizia con i mezzi che abbiamo a disposizione. FB, altri social network, forum, mail.

La somma di ogni piccolo vostro gesto può essere utile per fare da moltiplicatore a questa notizia.

Sonia Alfano nel suo Blog su Il fatto quotidiano ha scritto un articolo che spiega bene e lucidamente la Storia di Franca.

Non mi rimane che ringraziarvi per quello che potrete fare.

Mic4


Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it