logo Subsonica
Risultati per '4-2005'
subs 26/04/05 16:40

risposte e info

allora: saremo sul palco del primo maggio, anche se nella prima serie di comunicati non siamo stati inseriti. Quindi se dovete organizzarvi, fatelo pure. Non abbiamo ancora certezze sugli orari ma sarà con tutta probabilità di sera.
-Continuiamo a ringraziarvi per le impressioni sull'Album. Per le manifestazioni di entusiasmo e per gli appunti, quando appaiono sinceri. A qualcuno forse sarà utile ricordare che la E.m.i. non ha quasi nemmeno ascolato i brani se non in una veste definitiva. Quindi se qualcosa di "terrestre" può non corrispondere alle aspettative, evitatevi pure il luogo comune del passaggio major. Non c'entra proprio nulla. E' curioso notare come sovente le motivazioni per l'apprezzamento o lo spreferimento (vai Dante, fatti una capriola nella tomba!)di taluni brani si rassomiglino,mentre a turno sono proprio le canzoni stesse a ruotare. Mondo bello e vario.
-promozione tv. Può piacere o no, ma l'abbiamo sempre fatta, a partire dal primo album (quando ci chiamavano). Questa volta è stato più semplice dire di no ad alcune trasmissioni, laddove in passato è stato assai faticoso. Ma il capitolo Valerio Soave&Mescal, alla luce delle ultime-poco-sorprendenti mosse, meriterà un approfondimento a parte. Che avremmo volentieri risparmiato a tutti.
- I testi di questo album talvolta hanno uno stile differente, perchè c'è stato un differente coinvolgimento di gruppo. Non c'è una scelta di linguaggio più universale in un brano come "Dormi" e nella sua semplicità. C'è un brano interamente composto da Samuel che ci ha colpiti per la sua lineare intensità. Se poi qualcuno davvero crede che non ci siano territori di contatto fra un'atmosfera acustica- rarefatta e il mondo dell'elettronice, forse è arrivato il momento di riscoprire capolavori come "Another green world" di un padre della musica elettronica: Brian Eno. Fa bene alla salute, allo spirito, amplia l'immaginario e lo rende immune da paragoni fuori luogo con gli alfieri della musica leggera.
-Forse non lo abbiamo chiarito a sufficienza, ma il tour prosegue anche l'estate e forse oltre. pensiamo di riuscire entro la fine dell'anno ad arrivare un po' ovunque.
-i costi del concerto sono molto alti? Certo, movere 34 persone, 3 tir e portarsi dietro l'intera struttura di palco è costoso.Il prezzo del biglietto è basso, di conseguenza i luoghi al di sotto di una certa affluenza sono in questa fase tagliati fuori. Ovvio che ci aspettiamo la sassaiola del ve la tirate-era bello quando ballavamo in 5 sotto il palco (era bello e differente anche per noi e certi ricordi nulla li cancellerà)-mio cugino ha una festa della birra a salcazzoloinferiore e non può organizzarvi-
Esistono scelte: e la nostra è stata quella di portare in giro uno spettacolo potente e completo e di farlo pagare poco al pubblico senza che promoter e agenzie ci debbano perdere. Senza rinunciare alle date di sostegno per realtà storiche come Sherwood o Onda d'urto.In un futuro non escludiamo la possibilità di ridimensionare la struttura e portare uno sèpettacolo in luoghi dalle dimensioni ridotte.
-Non teniamo una bacheca senza password ed identificazioni (mazza quante identità multiple si celano sotto gli stessi i.p. talvolta) solo per sentire profumo d'incenso. Ci piace, ci è sempre piaciuto il contatto ruvido e diretto,e siamo uno dei pochi gruppi a permetterlo. Ma un infinitamente grazie, va a chi provando emozioni da questo disco ci comunica il propro coinvolgimento.
Grazie, a tutti comunque.


SUBSONICA 25/04/05 23:57

---

buona liberazione, nazifascismo sucks


ninja 24/04/05 11:43

Opinioni

lavori in corso per il nuovo forum: lo manterremo sicuramente ma ora ha bisogno di qualche ritocco. siate pazienti: nel giro di qualche giorno vedremo di sistemare tutto.


SUBSONICA 22/04/05 02:22

Quartier Generale 2.0

Eccolo: il nostro nuovo sito.
La scelta grafica è radicale: caratteri a spaziatura fissa, utilizzati sia per il testo sia per realizzare elementi grafici (ascii art), sono gli elementi costitutivi delle pagine; nessun elemento di web design si frappone fra il contenuto e la sua fruizione. È un richiamo forte all'internet dei primordi, quando il web era un mezzo per condividere i risultati dei progressi tecnologici fra le comunità scientifiche e i browser avevano capacità grafiche limitate. Un aspetto vagamente simile delle pagine si sarebbe ottenuto diciamo una quindicina di anni fa collegandosi a un newsgroup Usenet piuttosto che a un terminale BBS.

L'implementazione è invece rigorosamente basata sui più recenti standard:
la separazione tra i contenuti (xhtml) e la loro presentazione grafica (css)
permette di visitare subsonica.it da qualsiasi piattaforma, palmari e cellulari inclusi.

Per quanto riguarda la navigazione del sito, non c'è da spaventarsi: semplicemente le sezioni precedenti sono state raggruppate in macro-aree e alcune ribattezzate, ma tutto quello che prima c'era è stato mantenuto, magari solo meglio organizzato. La pagina di "comunicazioni e risposte" è diventata "Trasmissioni rapide", quella dei messaggi per il gruppo è rimasta tale; confidiamo nel fatto che qui possano pervenire tutti i messaggi effettivamente rivolti ai Subsonica, tutto il resto può essere ospitato nella "Bacheca", ex "Ba-chat". Ma la vera novità riguarda "Opinioni": sarà presto trasformata in un vero e proprio spazio di incontro. Un forum con tanto di registrazione nomi e “stanze” tematiche di discussione; maestro Jedi di questa sezione sarà il sapiente Michele4 supportato da alcune storiche e brillanti entitá della sezione medesima.
Subsonica.it esiste dal ‘98. Io Ninja ho visto cose che voi umani neanche potete immaginare quando ho eseguito una ricerca su tutte la pagine del sito da convertire, stratificate in cartelle recondite di cui avevo perso memoria: il cantiere che traghetterà tutto il vecchio sito al nuovo durerà un paio di settimane. Ma confido che le sezioni vitali (bacheche, diario, concerti) potranno essere attive da subito.
Ovviamente contiamo sull'apertura mentale, sulla presenza di spirito, sulla groova che sappiamo scorrere abbondante nelle catene sequenziali dei vostri acidi nucleici. Anche se, come in ogni degna fase di trasformazione, si dovrà affrontare la pigrizia dei più restii e l'istintiva riluttanza delle menti ottenebrate dalla litania delle solite cose.

E poi c'è il minisito di Terrestre.
La copertina del nuovo disco é composta da una foto (uno scatto notturno con lunga esposizione del fotografo Tullio Deorsola) sulla quale è stato "scarabocchiato" in rosso un logo dei subsonica. Nel minisito (che richiede l'ultima versione di Flash Player), la foto si trasforma in spazio astratto su cui sarete voi a lasciare la vostra traccia. Entrando vedrete quella di chi vi ha preceduto, e sarà sempre diversa. E' un work-in-progress collettivo che affidiamo a tutti i visitatori. Troverete inolte le preview audio dell'album e un montaggio video dei contenuti di “Extra Terrestre”, dvd allegato alla edizione speciale curato da Luca Pastore (Legovideo).

Vi prego infine di notare il nuovo logo, reinterpretato per questa nuova versione del sito:

(*)
SbS

se notate c'è tutto: la stella, l'ellisse e la scritta

Questa volta non sono bastate le nostre mani: ci siamo avvalsi della preziosa collaborazione di Deemo-Metrobold.com (per il concept e il design), e di Sartoria (per l'implementazione).


ninja 20/04/05 00:05

puff

click


Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it