Rapporto N. 8

 

Cancella il debito, barista, cancella il debito!

Recuperiamo ben sette ore di sonno e partiamo per un radio tour mattutino e servizi fotografici per ??. Ad un certo punto Max, Samuel e Boosta si ritrovano nella postazione radio in albergo di una fantomatica radio satellitare dell'Alto Adige. Durante l'intervista notano che la grafica tutta tricolore a sfondo nero accompagna patriotticamente la scritta "musica Italiana"; gli sguardi si fanno un po' interrogativi, ma è già ora di partire.
Conoscete un programma che si chiama "La vita in diretta" su RAI Uno? Noi no, ma preferiamo che non ce lo raccontiate; comunque ci hanno fatto un collegamento dalla passerella. Facciamo altre riprese per Fuego! e annaspiamo nel tentativo di compiere il dovere di cronisti. Oggi è veramente dura! Riusciamo ad avere spazio sui quotidiani (in virtù dell'ultimo e del primo posto contemporaneamente), rilasciando una manciata di interviste telefoniche. Big e nuove proposte fanno a gara a segnalarci tra i preferiti del festival. Facciamo la parte dei "cool" e ammettiamo che un po' ci inorgoglisce.
Ci telefona lo stilista Alessandro dell'Acqua chiedendoci di indossare tutti i suoi vestiti stasera o di restituirli immediatamente; optiamo per un'uscita sul palco abbestia con la maglietta del gruppo e il pass alla cintura come dei veri roadies. Dietro le quinte prima dell'"esibizione" (come la chiamereste voi?) scopriamo che la sezione fiati dell'orchestra sull'attacco del nostro brano si gioca un giro di bevute con il trombettista che a freddo deve intonare una nota parecchio alta; istintivamente facciamo il tifo per lui. Sempre nel backstage assistiamo alla discesa mano nella mano (per tre piani di scale !?) con tono molto nuziale di Nava e Minghi; uno spettacolo veramente grottesco. Al termine dell'esibizione però il "maestro" si scalda perdendo l'aplomb e incomincia ad insultare i tecnici.
Nel camerino troviamo un mazzo di tulipani come omaggio da parte delle amiche violiniste; una di loro, Vanessa, farà scalpore più tardi per il bacio di Teocoli durante il Galliani-rap. Proprio mentre l'esilarante Teo si esibisce, ci acquattiamo dietro la scalinata per collegare gli strumenti: la tensione ci paralizza a tal punto che nell'attesa raccogliamo un walkie talkie dimenticato da un tecnico, schiacciamo il pulsante recitando la seguente frase "cantava la stilicasti del mixer?". E da qualche lontana regia audio un tecnico indaffaratissimo risponde "cosaaa?". E la band "Ssssuka".
Si aprono le scale e riceviamo un bacio propiziatorio da Ines Sastre; suoniamo decisamente meglio. Incontriamo nella sala stampa Mimì (Massimo Volume) e Manuel (Afterhours) con i quali faremo baldoria più tardi al Porto Maltese. Morandi, scendendo dalle scale, scavalca il muro della security per battere 5 al Ninja, chiamandolo maestro.
La critica rimane molto impressionata dall'esibizione che accompagna con un applauso nella sala stampa. La Mescal al gran completo è raggiante e Valerio Soave (il nostro amato boss) offre a tutti quanti una cena spettacolare degna della guida Michelin e di tutti gli altri pneumatici.
Ci trasferiamo al pub. Samuel veramente ubriaco si attacca al Djembè legato allo zaino di una comitiva di fricchettoni (muniti di chitarra) e dopo due o tre colpettini imprudenti scatena il delirio nel locale. In capo a 5 minuti sembra di essere in un video delle Negresses Vertes. Dopo il ventesimo reprise di un ritornello con armonie "cattocomuniste" senza barrè Max lancia lo slogan "cancella il debito barista, cancella il debito, usciamo gratis". Il ritmo strampalato coinvolge tutto il locale e si va avanti ancora molto.

Agendina Del Chi Cazzo Se Ne Frega

- Al dopo festival la moglie di Morandi ci segnala come gruppo preferito rispondendo alla telefonata del marito.

- Riceviamo ufficialmente i complimenti della sezione autori del festival.

- Saliamo dal 110 al posto 80 nel radio control (meccanismo perverso di rilevazione passaggi radio).

- Riceviamo i complimenti di Coccoluto.

Mother - Computer di bordo - 24-02-00

Operazione R.E.M.O