Rapporto N. 10

 

This is the end

Oggi per la prima volta ritardiamo ad un appuntamento - nello specifico con il TG3 Piemonte -. Ci propongono in alternativa uno speciale Goletta Verde sull'ambiente e sul riciclo. Decidiamo di rinunciare non perché in disaccordo con i temi della trasmissione ma perché ci sembrerebbe di cercare la promozione televisiva a tutti i costi. Tornati in albergo per un servizio con Specchio, settimanale de La Stampa, incontriamo uno simpatico "svitato" di nome Gerard. Sembra uscito da Blow up di Antonioni e quando vede il disordine delle nostre stanze esulta, decidendo di farci un servizio fotografico tipo - dice lui - Beatles o Rolling Stones.
A seguire un'intervista per il sito della Omnitel che ci ha visti primi nella classifica delle preferenze. Un'ora di pausa prima dell'Ariston dove cerchiamo in tutta fretta di aggiornare il sito. Riceviamo un visita da una delegazione dei Murazzi che si è affittata un camper per l'ultima giornata - l'ottava - sanremese. Ci comunicano il terzo posto nella classifica della critica dopo Samuele Bersani e Avion Travel. Riceviamo anche una telefonata di in bocca al lupo da Ines Sastre, che si dice dispiaciuta di non poterci presentare; il palinsesto prevede infatti l'abbinamento con la collega Marcuzzi (oh! non stiamo mica banfando). Usciamo.
Ci fosse un premio speciale "security e buttafuori", l'avremmo sicuramente vinto noi. Ogni volta che entriamo (quasi sempre a piedi) nell'ingresso artisti dell'Ariston, ci attendono vigorose strette di mano ed energiche pacche sulle spalle. Boosta riceve anche un biglietto di visita da un fantomatico autista - guardia del corpo - investigatore. "Siete i più grandi", "Caso mai aveste bisogno". Questa sera storie di giacca e cravatta. Incontriamo Morandi nei corridoi vestito esattamente come noi e un po' ci prendiamo male. Scatta comunque una foto collettiva in cui sembriamo tutti quanto una succursale degli Statuto. Facciamo il pieno di autografi dell'"evergreen" per le nostre mamme. Si scatena la solita divertente comunella nei camerini con gli Avion dove il tastierista ci chiede una maglietta da indossare per la diretta. Purtroppo le abbiamo lasciate in albergo. Si aprono le scalinate e facciamo la nostra uscita accompagnata dalle smorfie divertite degli stupiti orchestrali (siamo vestiti come loro). Partiamo e ci rendiamo subito conto che tutto il bilanciamento dei suoni  è del tutto sballato. Tiriamo dritti; Samuel privato della voce nelle cuffie, se le toglie e raggiunge eroicamente il finale della canzone senza eccessive stonature. 
Secondo voi di che colore è la lingua di Tozzi? Seguiamo dalla sala stampa il rocker che termina l'esibizione con un eeeeh!!!! alla Vasco per poi precipitarsi dietro le quinte a sboccare (fonti attendibilissime). Nel giro di pochi minuti sarà già sorridente di nuovo in pista per le foto. La storia gli riserverà un onorevole ultimo posto da leggendario looser. This is Rock And Roll.
Scatta il ristorante in compagnia degli amici di Torino ed è subito chiassosa fiesta. Sembra l'ultimo giorno di scuola.
Nella trattoria senza TV (ne esiste ancora qualcuna, fortunatamente) ci comunicano al telefono il quinto posto nella giuria di qualità e l'undicesimo nella classifica globale. Un brindisi. Tanto ormai stiamo brindando per qualsiasi motivo. Gli Avion Travel hanno vinto e dobbiamo ammettere che la nostra indifferenza nei confronti dei posizionamenti non si spinge fino a tanto. Siamo proprio contenti.
Al pub un radioso Gabriele Ferraris ci viene incontro levando le braccia gridando "per una volta hanno vinto i buoni e i cattivi hanno perso!". Ci abbraccia elogiando i nostri risultati e confidandoci che alcuni giurati hanno vistosamente applaudito la nostra esibizione (ovviamente non si dovrebbe) e sono stati ripresi. Spuntano anche Eva e Vanessa che è stata ribaciata da Teocoli Clinton e ormai anche lei rilascia interviste ai giornali. Il resto è autentica torcida fino al mattino.

Agendina Del Chi Cazzo Se Ne Frega

- Anche noi abbiamo pensato di assegnare virtualmente alcuni premi speciali.

- Premio Sid Vicious: Umberto Tozzi. Le sue transaminasi non sono di certo inferiori a quelle di nessun maledetto della leggenda del rock.
- Premio Faithless: Alice. Prima o poi qualcuno dovrà pur spiegarle che non può continuare a vantare l'originalità del titolo del suo album. Immaginiamo tutti ricordino come si intitolava il singolo dei Faithless di due anni fa.
- Premio Famiglia Addams: Matia Bazar. Vi servono anche le spiegazioni?
- Premio Minghi: a pari merito il giornalista Luzzato Fegis e il "cappellone" (?) Minghi: perfidia d'antiquariato.
- Premio Afterhours: Moltheni. Anche per sua stessa ammissione.
- Premio Boosta: Andrea Mazzacavallo.
- Premio Andrea Mazzacavallo: Boosta. Qualcuno dei due si tagli almeno i capelli.
- Premio amaro Averna: gli autori del testo di Morandi. Ricalca il celebre spot. E io brindo all'avventura che non è mai finita al gusto pieno della vita. Ragazzi, la tv fa male.
- Premio speciale città di Napoli: Gigi d'Alessio. Non tanto per le origini quanto per la didascalia nel manifesto: "Il nuovo album con la prima tiratura CD Omaggio laminato oro 24 carati". Fantastico!
- Premio speciale Subsonica: tutta la famiglia Morandi che ringraziamo nell'attesa di conoscere anche zii, nonni e nipoti e dar vita ad un numeroso fun club.
- Premio speciale alcolisti anonimi: Ninja. Nell'attesa di riceverlo in una delle numerose sedi.

- Prossimamente si potrà scaricare la suoneria del nostro pezzo sul sito della Omnitel. Vi preghiamo comunque di preferire l'opzione vibracall del vostro cellulare.

Mother - Computer di bordo - 26-02-00

Operazione R.E.M.O