logo Subsonica
subs 31/01/06 03:39

fred perry e samuelmussolini

Tutto il mondo è luogo comune.
beh, in effetti il giornalista olandese che ha recensito il concerto subsonico al de spiegel ci è andato giù un po' pesante. Innnanzi tutto con la birra. Già con il riferimento al sole che avremmo dovuto portare noi italiani (magari in una valigia di cartone vestiti da Pulcinella) si è qualificato come socio fondatore del club dei luoghi comuni collettivo amici del luppolo. Quando poi con ardire socio-antropo-trendologico, è arrivato a spremere il suo latitante acume formulando il teorema "italiano+crapapelata+fredperry= mussolini"- e qui vai con l'immaginazione che gli fa scrivere di muscoli e braccia tese sul pubblico manco fossimo dei Di Canio davanti alla curva- ha raggiunto il massimo. Poteva mancare un riferimento alla mamma tirata in causa con un delicatissimo stratagemma sintattico letterario "...cantano nella loro lingua madre...del resto la mamma per gli italiani..."?Figurarsi.
Peccato che non abbia parlato della musica, tranne che nel passaggio dove viene riferito il pubblico si stava divertendo molto. Probabilmente il computer deve avergli cancellato l'accenno all'uscita da palco al passo dell'oca e l'invito fatto al pubblico festante di accompagnarci ad invadere la Polonia dopo lo show.
In effetti, a sua discolpa possiamo dire che, riguardando le foto siamo un po' tutti in camicia nera: Ninja sembra lo scienziato delle V2, Max un sergente SS, Vicio un nazi-skin del triveneto, e Boosta con un teschio da x-mas sull maglietta pare un giovane di Salò. Della fred-perry di Samuelmussolini si è già parlato.
Magari al prossimo giro ci facciamo prestare qualche maglietta dagli Yo-yo mundi e partiamo con un remix degli Inti-illimani!


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it