logo Subsonica
subsonica 01/06/05 20:43

CINEMAVOLTA "weekend"

se vi interessa un album di CANZONI, di quelle incisive che ti si attaccano a tradimento e non ti mollano, nei cui testi scorrono brandelli di sfocate trame in pellicola su sicari, uomini sempre in bilico, prostitute sognanti, amori desiderati proprio quando l'acqua raggiunge la gola, il secondo album prodotto da CASASONICA si intitola "weekend". Ed è il primo disco dei CINEMAVOLTA.
Un prezioso intreccio di indie-rock,poesia,intelligenza e volume di suono.
Sempre se vi interessa qui sotto trovate tutta la tiritera.

---------------------------------------------------------------------

Seconda produzione per l’etichetta indipendente torinese e primo album per il gruppo di Montichiari. Dopo i cagliaritani Sikitikis anche i Cinemavolta si fanno immortalare sotto la Mole, con la complicità del produttore Max Casacci (Subsonica). Chi sono i Cinemavolta? Quattro strani individui persi nella nebbiosa provincia bresciana che decidono di combattere la noia della proverbiale efficienza lombarda mettendosi a raccontare di sicari in inquieti weekend newyorkesi, di piani malriusciti, di storie finite, di nostalgiche prostitute psichedeliche, di uomini contorti e sempre in torto. Il risultato è un disco sfaccettato che si muove dall’indie rock del primo singolo Uomo Contorto (il cui testo fornisce qualche indicazione sull’intricata forma dell’album) agli intrecci strumentali di Occhi come chiodi, dall’indie song writing di Esilio alla pop wave di Weekend, dalle atmosfere rarefatte di Primula al monologo introspettivo declamato ne L’ultimo carosello dell’umanità (tratto da un testo del poeta torinese Luca Ragagnin). Ecco i Cinemavolta: un gruppo elettrico arioso poetico e potente, melodie robuste e testi che sembrano rubati da trame di pellicole sfocate.

I Cinemavolta raccontati dai Cinemavolta:

“Si comincia in una cantina di Montichiari (BS) registrando, con un quattro piste, una decina di brani. Si lavora per portare i brani dal vivo. Qualche concerto nella provincia di Brescia, qualche escursione fuori porta, qualche riconoscimento. Poi ci si ferma per registrare altre canzoni (ora con un pc scassato e una Sound Blaster). Intanto si ascolta di tutto: dagli Who a Costello, dai Supergrass ai Soulwax, dai Grateful Dead ai Phish. Col nuovo materiale, dal suono decisamente più ruvido, si torna sui palchi in giro per l’Italia. Si fa qualche investimento: si compra un computer portatile, una scheda audio e si inizia a registrare il nuovo demo in un deposito per le vele (il ventoso lago di Garda è a pochi chilometri). In un paio di mesi 13 brani diventano un demo. Il cd finisce nelle mani di Max Casacci che da Casasonica chiama dicendo: “Vi va di fare il disco con noi?”. E’ l’inverno del 2004: i Cinemavolta partono per Torino.”

I Cinemavolta sono:

- Max Tozzi (voce, chitarra, synth): Ha venduto piante e sementi per corrispondenza, ha raccolto ordini telefonici per Postalmarket, ha insegnato filosofia in un liceo per figli di papà.
- Stefano Fornasari (basso): Ha fatto il grafico pubblicitario, il barista e ha gestito un campeggio sul lago di Garda.
- Andrea Moè (batteria): Ha fatto il commesso in un negozio di articoli sportivi, ha insegnato teoria e solfeggio e studia pianoforte al conservatorio.
- Paolo “Blodio” Fappani (chitarra): Ha telefonato ai cinemavolta offrendosi come chitarrista e per questo ha smesso di fare il commercialista.

Montichiari: nebbiosa cittadina della pianura padana a un paio d’ore da Londra.

81.192 Kmq di superficie, 20.000 abitanti (monteclarensi), 6 colli, 30 chiese, 1 sala prove, 1 scrittore famoso (Aldo Busi), 1 aeroporto militare, 1 aeroporto civile (Aeroporto del Garda “G.D’Annunzio”), 3 voli giornalieri da e per Londra (London-Stansted)

Info:
Ufficio Stampa: barbarasanti@casasonica.it – Tel. 328/1749964
Radio e TV: giuliadelpiccolo@casasonica.it – Tel. 349/7235605


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it