logo Subsonica
SUBSONICA 24/11/07

Concerto a Bologna - Palamalaguti - 9750 persone

Concerto a Bologna - Palamalaguti - 9750 persone

oggi siamo a bologna.
scelgo di svegliarmi presto per arrivare in città presto e salutare un paio di amici.
mi scricchiolano le ossa e gli occhi sono lucidi e rossi.
bene, il tour è ricominciato.
nel letto rivivo un po' di immagini del concerto.
la gente, le canzoni, il palco, le mie tastiere e il mollone che non mostra cedimenti (fortunatamente per i miei denti).
sono contento e la sveglia mi grida nelle orecchie senza fare troppo male.
in tre ore sono in giro per bologna e piovono gocce cosi' grosse da procurarti contusioni senza l'ombrello.
chiacchiere, pranzo, la lotta per un taxi, chimera irraggiungibile e un' ora di sonno in albergo.
poi dritti al palazzetto con la macchina perchè poi si torna mezza giornata a casa a dare un bacio a tua figlia che in sei giorni avra'  gia' cambiato sei e piu' volte faccia.
gli altri arrivano con un po' di ritardo (ma anche questa non suona nuova!) e siamo gia' pronti per un'intervista con all music che riprenderà il concerto.
è insolito avere telecamere davanti al secondo concerto cosi' il trucco è quello di dimenticarle il prima possibile.
oggi lo spazio è grande e colmo.
il camerino recita rilassato il proprio copione.
ninja al computer, max al computer, samuel alla chitarra, vicio alle chiacchiere con tutti e me medesimo, beh, io cerco solo di ammazzare  qualche cattivo dalla mia postazione di cecchino.
il tragitto per il palco è uno dei miei momenti preferiti.
forse è solo il ricordo dei video che amavo da bambino, ma il fatto di attraversare un lungo tunnel sopra a delle persone pronte a divertirsi con te mentre intorno ai gente che biascica in radioloni frasi ricorrenti sulla posizione di noi cinque mi ha sempre divertito e stupito.


volete sapere del concerto?
bello. molto.

il colpo d'occhio riempie il cuore e l'accoglienza ancora di piu'.
è bello saperti nelle teste di qualcuno fosse anche per un solo attimo.
la scaletta scorre liscia tra pezzi ben suonati e imprecisioni tipiche del live.
le amnesia del cantante ci regalano qualche brivido: in ratto samuel  non parte con la seconda strofa e ninja ed io ci troviamo a guardarci cantando a squarciagola sperando che Samuel intercetti il nostro labiale.
cosi' avviene e il pezzo fa il suo dovere.
il commento giu' dal palco sarà testuale: "raga' ero convinto che li' non ci fosse la voce, mi stavo godendo il sound!"
le due ore scivolano sul metallo del palco e siamo gia' in camerino.
usciamo a fare qualche chiacchiera con chi è rimasto prima di  buttarci sotto la doccia.
io arrivo per primo.
tutti mi vedono e nessuno si rende conto cosi' il siparietto diventa il seguente: io mangio una banana alle transenne guardando tutti che mi guardano e cosi' rimane per dieci minuti.
finita la percezione che fossi un miraggio causato dalla disidratazione, e complice l'avvento dei quattro soci, le transenne diventano un baluardo interposto tra l'affetto e il divertimento di tutti.
rimaniamo un bel po' .
chiacchiere,foto, firme.
poi doccia, chiacchiere, acqua, trecentocinquanta chilometri e moglie e  figlia al fondo.

questa è una vita meravigliosa.
grazie a tutti.
ci vediamo a firenze!
Boosta


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it