logo Subsonica
SUBSONICA 20/05/05

Concerto a Parma - 4600 persone

Concerto a Parma - 4600 persone

Ci sono giornate che nascono storte.

L'andamento bioritmico, l'astrologia le stagioni che troppo che non sono più quelle.

Insomma appuntamento alle 14 e alle 14 e 45 siamo ancora lì inchiodati fra un ritardo e l'altro.

In più Max scopre di non avere più le chiavi di casa. Dopo avere ribaltato la casasonica, lo zaino la valigia tutte le tasche, appena un attimo prima di scomodare fabbri e pompieri si rende conto di averle lasciate penzolanti nella toppa, alla "mercedes di tutti" come direbbe qualche sgrammaticato di nostra conoscenza. Comunque si parte.

In questi giorni percepiamo nettamente l'effetto "risonanza" legato agli esiti del tour e del disco. Molto più che in passato passeggiando o entrando in autogrill o nei negozi e ristoranti percepiamo il sssbssss sssbssss di chi sussurra "oh quelli sono i sssbsss" , "oh ma quello non è il tipo dei sssbsss" "ma va figurati se quelli sono i ssssbssss".
Dopo qualche tappa in autogrill a comperare robe che a turno ci siamo scordati a casa tipo dentifricio schiuma da barba (i bioritmi dicevamo), arriviamo piuttosto in ritardo al palazzetto di Parma.

Ci rendiamo subito conto che la commissione di vigilanza ha imposto un montaggio del palco piuttosto assurdo, secondo un calcolo di rapporto fra le persone e le uscite di sicurezza. In pratica lo spazio platea è ridottissimo e sulle gradinate ci saranno molti torcicollo. Però almeno l'acustica del palazzetto, anche in virtù delle dimensioni ridotte non è modello cattedrale. Anzi è piuttosto asciutta. Facciamo il check velocemente per lasciare spazio al montaggio palco dei Sikitikis. I Sikitikis (www.sikitikis.com) sono il primo gruppo prodotto dalla nostra etichetta Casasonica. Vengono da Cagliari e mescolano in modo molto originale rock-garage e colonne sonore dal sapore italiano anni 70. I siki hanno stile da vendere: giacca cravatta e bandiera della Sardegna sulla porta del camerino. E' un piacere averli con noi anche per la simpatia che si portano appresso. Apriranno Parma, Genova e li vogliamo anche a Torino per festeggiare insieme la fine del tour.

Ci prepariamo al concerto, dopo una breve intervista per rock tv che riprenderà anche alcuni brani-live, mentre dal camerino sardo partono risate e canti a tenores. Iniziano i Cagliaritani, verso le 20 e 30 e riescono a incuriosire, nonostante una comprensibile emozione. Diablo è un grande front-man e riesce a tenere su di sé l'attenzione mentre il gruppo prende le misure alla situazione. Domani aggiusteranno un po' il tiro e la scaletta, ma le qualità ci sono e si notano.

Tocca a noi. C'è voglia di suonare, anche grazie al giorno di recupero. Partiamo. Il pubblico è coinvolto, c'è una buona energia, purtroppo però incominciamo ad inanellare una serie di errori, di quelli che fanno perdere voglia e concentrazione. I peggiori sono quelli tecnici, di pedali mancati, distorsori che si accendono in ritardo o si spengono dove non dovrebbe succedere. Persino Ninja ci metterà del suo. Decidiamo di puntare più sull'energia che non sulle sfumature. Probabilmente questa è la fase nella quale si abbandona la concentrazione sui rischi d'errore per godersi la fisicità del concerto e allora salta la prima strofa di Strade sapientemente rigirata come frittata per il pubblico canterino, qualche accordo si trasforma in dissonanza pura e via dicendo. Lo ricorderemo come il concerto peggiore del tour. In generale da queste parti non siamo mai riusciti a dare il meglio, per qualche strana coincidenza che non ha nulla a che vedere con un pubblico generosissimo. Ma non finisce qui. Per il fine serata Max sparge la voce in giro che si andrà tutti al "fuori orario" di taneto di Gattatico. Peccato però che nel frattempo il resto del gruppo cambi idea. Che pacco 'sti subsonica. Vedremo di rifarci in barba ai bioritmi all'astrologia e alla geomanzia. Fine serata in enoteca in centro. Qualcuno riece anche a smarrire la patente!


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it