logo Subsonica
SUBSONICA 27/09/02

Concerto a Macerat ..

Concerto a Macerata - 2000 persone

E' molto bella la strada che attraversa l'entroterra del Molise fino all'imbocco dell'autostrada adriatica. Colline laghi boschi, Rachid apprezza e domanda "cos'e' Tuscana qui?". Gli viene fornito qualche rudimento di geografia italiana.

Siamo nelle marche, una zona caldissima per i concerti dei gruppi come noi After, Marlene e via dicendo. Se ne fanno tanti, davanti a tanta gente che si diverte un bel po'. Fa sempre piacere sapere che stai andando a suonare nelle Marche. E poi ti trattano sempre un gran bene. Anche questo giro non farà eccezione. Arriviamo sul luogo del concerto, una sorta di capannone con svariati problemi di acustica, effettuiamo il sound-check confidando nel potere fonoassorbente dei corpi degli spettatori, perché il locale vuoto rimbomba che metà basta. Andiamo a cena e veniamo raggiunti da Andrea di Girolamo, giornalista e curatore di un interessante progetto chiamato "Loser, myreligion". In pratica si tratta di una serie di complilation scaricabili gratuitamente da tiscali in cui artisti e band si dilettano ora in cover di altri artisti e band (italiane) ora in collaborazioni realizzate spedendo materiale in mp3. Si chiacchiera della terza edizione nella quale gli ascoltatori potranno inviare alcuni file-audio che saranno utilizzati dai musicisti per il confezionamento di brani veri e propri. Interessante, no?

E' quasi ora di iniziare. Parte il cd dei "Gatto ciliegia contro il grande freddo". Si tratta sempre del mini album "it is" che contiene tra l'altro versioni stralunate della sigla del telefilm "attenti a quei due" e di un brano di Murolo. Un disco imperdibile per le orecchie quiete di chi sente forte il legame con la propria zona d'origine: la via lattea. Sigla, la nostra, che pure quella non scherza "plin - localizazione dei canali - plin plon - canale destro plin plin plon plin - canale sinistro........" e concerto. Un bel concerto, di fronte ad un pubblico che basta guardarlo nella foto per capire. Capire che finirà a tuffi dal palco. A 'sto giro pure il presidente giusto giusto dopo l'intervento "sull'ipocrisia della guerra che si sta preparando" molla la chitarra con l'eco inserito in mano a Raffa (il back-liner), gli urla RE 7+ e si butta anche lui. Uniche note negative della serata, alcune anomalie tecniche dovute all'umidità della serata precedente che penalizzeranno i microfoni del nostro cantante. Un'oretta buona di autografi sul posto per poi venire trasportati da amici della zona in un disco-pub di Recanati dove saremo trattati da autentici principini. Il luogo i questione è il "c'era una volta in America" e ad aspettarci ci sarà una bottiglia da tre litri di champagne con la quale proseguire nei festeggiamenti del compleanno di messer Boosta. A proposito auguri Boosta. 

 

Concerto a Macerata


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it