logo Subsonica
SUBSONICA 31/08/02

Concerto a Verona - ..

Concerto a Verona - 2300 persone

Zigzagando tra le autostrade della penisola secondo un elaborato  schema detto "confusion" partiamo da Arezzo per raggiungere Firenze salvo poi in statale andare a prendere la Ferrara-Padova per rientrare su Verona. Il motivo di cotanta freestyeelria stradale sono le noiosissime code che abbassano notevolmente il tono della groova. Arriviamo straordinariamente in orario allo spazio dei Magazzini Generali. Il luogo è, tra l'altro, lo spazio scelto da Gaetano Morbioli per l'ambientazione del video di "Nuova Ossessione" e un po' lo sentiamo familiare. Il giornalista Damir Ivic è solo una delle facce note che incontriamo al nostro arrivo. Con lui conversiamo amabilmente dopo il check e durante la cena. Durante il check rispolveriamo "Perfezione", brano che inseriremo anche nel concerto di questa sera come prova generale per l'appuntamento di domani con l'Independent day festival. A tal proposito sentiamo anche al telefono alcuni skaters murazziani che dovrebbero scendere verso Bologna a ridimensionare qualche eventuale ragazzetto con l'hobby della lapidazione. Insomma non vorremmo essere nei panni di chi dovesse mai farsi trovare da loro con una pietra in mano dalle parti del palco. Il palco è la nostra seconda casa e siamo pronti ad affrontare qualsiasi cosa lì sopra, ma con i murazzi a guardarti le spalle da qualche vigliacchetto nascosto nell'ombra della propria idiozia, tutto fila più liscio.

Il concerto è un buon concerto, purtroppo per noi e per il pubblico più distante ci ritroviamo a fare i conti con la limitazione del volume dell'impianto. Un signor tale con la sua macchinetta di rilevamento dei decibel sonori ci costringerà a suonare con volumi da musica leggera. Peccato. Una piccola parentesi comica vede protagonisti la girotondina Daria Colombo e il nostro presidente chitarrista. La prima ci raggiunge al tavolo e rivolgendosi a un Vicio particolarmente tra le nuvole, snocciola rapidamente la questione girotondi e manifestazione romana del 14 Settembre, ricevendo per tutta risposta un vacuo "bbssghh*^???". Quindi girandosi in cerca di forme di vita più interattive incrocia lo sguardo di Max il quale nel frattempo alzatosi in piedi, le si dirige incontro. I due parlano per un po' fino a che dai loro gesti pare evidente che sono alla ricerca di una penna. "Se mi segui tra l'altro vorrei presentarti mio marito", Max prontamente stringe la mano del signore che rimane tra lui e la girotondina che di spalle continua " ... penso che lo conosciate è un musicista ... Roberto Vecchioni". A quel punto il presidente strizzando le sopracciglia indaga sui caratteri somatici del simpatico vecchietto, malcapitato e semplicemente di passaggio, alla ricerca di qualche cosa di somigliante, magari anche solo mutato dal tempo, a Roberto Vecchioni, con un'espressione che fa esplodere di risate a crepapelle tutta la tavolata. Chiarito l'equivoco non senza un po' di imbarazzo il chitarrista presidente-operaio, raggiunge finalmente il tavolo in questione lascia il proprio recapito mail, svolge i propri obblighi di rappresentanza, incassa i gentili complimenti di Vecchioni e se ne torna pensando tra sé e sé a quanto avrebbe fatto piacere a sua mamma un autografo del cantante.

A fine serata diventiamo i disturbatori della quiete della festa dell'Unità che tiene aperti i battenti dei suoi bar nel silenzio più totale. Un Samuel veramente in forma sobillato da Max va a prendere il furgone e incurante dei rimproveri mette nello stereo un disco dei Chemical Brothers che tutti quanti, una trentina di sopravvissuti, incominciano a ballare tra le minacce di alcuni attempati organizzatori che vogliono farci credere che nel raggio di qualche chilometro quadrato di nulla qualcuno potrebbe essere disturbato dal rimbombo. Tutto questo mentre Rachid continua a ridere raccontando cose che nessuno però riesce a capire. Un autentico girotondo si svolge intorno all'albergo dove alcuni tecnici si intrattengono con gruppi di fanciulle reduci dal concerto. Qualcuno parte alla ricerca di una festa.


Concerto a Verona


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it