logo Subsonica
SUBSONICA 28/10/00

Procediamo con ..

Procediamo con il solito schema, ma la testa oggi è sintonizzata sul fine serata che ci vedrà impegnati a festeggiare il compleanno di Ivan Arrazzo grandeburza-bussolaimpazzita. 
Non servirà spiegare perché lo chiamiamo Arrazzo se vi raccontiamo che il primo regalo che ci è venuto in mente è stata una bambola gonfiabile. Max e Ninja al seguito (l'unico ancora inconsapevole) si avventurano, previa consultazione di Pagine gialle, verso il più vicino sexy shop. "Ma dov'è che andiamo a comprare questo regalo, e cos'è che gli regaliamo esattamente?" sono le inascoltate innocenti domande del Ninja lungo tutto il tragitto. Arrestatisi i due di fronte alle vetrine oscurate dell'immondo esercizio, il Ninja pare esibire una tonalità di pallore assolutamente inedita. Nel tentativo di rassicurarlo Max proferisce la seguente. "Vedrai che non c'è nessuno, questi posti sono molto discreti". Varcata la soglia, i due si trovano nel bel mezzo di un affollatissimo casting per film pornografici. Esseri umani diversi per provenienza, età, statura ed abbigliamento ma accomunabili in un'unica categoria - maschi arrazzati - formavano una ressosa fila al termine della quale recitavano i propri dati personali e immaginiamo quali altre caratteristiche ancora più personali ad uno scrivano attorniato da due fanciulle praticamente nude e praticamente pornostar. Ci sfuggono i loro nomi. Nel tentativo di mimetizzarci ma di distinguerci al tempo stesso, sollecitiamo l'attenzione di un commesso che subito rimpalla l'incombenza ad un altro gridando da una parte all'altra del negozio: "Vedi un po' questi, che vogliono vedere degli articoli!!!!". Il Ninja camaleonticamente raggiunge la nota tonalità grigio scaffale e scompare alla vista di tutti. Max un po' più divertito chiede informazioni sulle diverse caratteristiche di bambole da intrattenimento. Ad un certo punto il commesso tenta di farci credere che la ragazza in fotografia sulla confezione raffigurata su di un divano in velluto, sia nient'altro che la bambola in plastica ritratta una volta gonfia. Esplode il banfometro (oggetto di rilevamento livelli di "banfata" di cui siamo tutti provvisti) ed esplodono anche le nostre risate. Decidiamo quindi di comprare l'articolo e di battere in ritirata. Pensavamo che nessuno ci avrebbe riconosciuti ma esattamente 5 minuti dopo squilla il telefono del nostro amico Sciamano al quale viene confidato immediatamente: "Ou ma sai chi è appena venuto qui a comprarsi una bambola gonfiabile?". 
Il resto della scena si svolge in pista nel locale "Docks home" nel momento in cui noi (bastardi!) chiamiamo Ivan ad aprire il regalo davanti a tutti. Credete che Ivan si sia fatto qualche scrupolo? L'ha immediatamente gonfiata e agitata sulle teste di tutti i presenti nell'affollatissimo locale. Un minimo di tentennamento l'ha avuto quando tra le mani si è trovato il mastodontico vibratore a forma di fallo che, manco l'avessimo saputo, corredava l'ambiguo articolo.


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it