logo Subsonica
SUBSONICA 23/09/00

Concerto a L'Aq ..

Concerto a L'Aquila. 3000 persone (10.000 lire). Sveglia alle undici per raggiungere l'aula magna di un liceo scientifico in un vivace incontro con gli studenti della scuola. Per trascorrere meglio il pomeriggio non riusciamo a inventarci di meglio che memorizzare (stava scritto sulle portiere di due Smart gialle sotto un enorme logo Subsonica che girando per la città promuovevano il concerto) il numero di telefono per le info. Max e Boosta sommergono il malcapitato addetto di chiamate assurde impersonando ora un padre di famiglia desideroso di vedere l'esibizione di artisti sanremesi ma preoccupato per le loro vociferate inclinazioni politiche ("che ssò communiscti sti supersonica?"). Ora un fantomatico cronista di Specchio di Torino che con accento piemontese telefona a intervalli di mezz'ora ansioso per le condizioni metereologiche ("lei mi assicura giovanotto che se rinfresca mi basta un giubbottino leggero? Che non si debbano temere rovesci temporaleschi? Perché se porto l'ombrello e poi non piove - o mi signur - io so già che mi vien da scatenarmi lo appoggio e magari non lo ritrovo più"). Un ulteriore aggiornamento al sito ed è ora di sound check. Sul luogo del concerto incontriamo finalmente lo sciagurato Alessandro oggetto dei nostri scherzi che non sembra essersela presa troppo a male. Cena - si mangia bene da queste parti - e concerto. Il pubblico è numeroso ma solo la metà di loro sembra interessata al concerto in modo coinvolto. I restanti sono lì per la serata in generale e per la discoteca allestita a fine concerto. Concerto nella media, i 900 km di ieri hanno un po' attenuato l'effetto vacanza ma nel complesso c'è un bel coinvolgimento. Un po' di distrazioni sono provocate da alcuni elementi del servizio d'ordine che hanno la bella pensata di spararsi un paio di saluti romani da sotto il palco. Lasciamo correre fino alla presentazione del bis quando per tutta risposta rendiamo un bel servizietto al sindaco destrorso davanti ai suoi concittadini esprimendo grossomodo dal palco quello che sta scritto nel riquadro sottostante. Per il fine serata ulteriore giro panoramico di L'Aquila con i ragazzi dell'organizzazione, procurarsi da bere dopo una certa ora da queste parti fa rivivere i gangster movies del proibizionismo americano anni venti.


COMMENTI

Nessun commento disponibile
Per pubblicare un commento effettua LOGIN o REGISTRATI

Privacy - Copyright ©2016 Subsonica.it